Home » recensioni » Arredare gli esterni con il legno composito

Arredare gli esterni con il legno composito

Da qualche anno a questa parte l’arredamento per esterni sta conoscendo una fase di ulteriore incremento, grazie alla scoperta e all’utilizzo di materiali innovativi di ultima generazione come il legno composito. Questo materiale, adatto soprattutto per gli ambienti esterni, è composto da fibre di legno naturale e da materiale termoplastico. Riciclabile, ecocompatibile, durevole, il legno composito per esterni riscuote un grande successo perché, a differenza del legno, non ha bisogno di manutenzione frequente.

Caratteristiche principali del legno composito

Poiché si tratta di un prodotto fortemente innovativo, il legno composito per esterni possiede alcune caratteristiche che lo rendono abbastanza riconoscibile rispetto ad altri materiali. Prima di tutto bisogna specificare che questo materiale, oltre ad essere ecofriendly, non contiene al suo interno sostanze potenzialmente cancerogene, come la formaldeide o altre tipologie di colle dannose. Inoltre il legno composito resiste benissimo all’azione dei raggi ultravioletti, all’attacco di funghi e muffe (piuttosto frequenti in ambienti esterni umidi, come ad esempio il bordo delle piscine), non cambia colore, non si lesiona facilmente, non lascia ristagnare l’acqua, resiste ottimamente agli sbalzi di temperatura, è antiscivolo, possiede un’ottima resistenza al calore (quindi può essere esposto al calore 24 ore su 24 senza diventare bollente).

Decking in legno composito: perché conviene

Pavimenti in legno compositoSe state pensando di utilizzare il legno composito come base per il vostro pavimento per esterni sappiate che i legni compositi differiscono tra loro in base ai procedimenti con cui vengono realizzati e le formulazioni adottate. Grazie alla presenza di resina plastica, il legno composito per esterni  è assai durevole (con garanzia di 25 anni), sicuramente lo è molto di più del legno naturale. Inoltre, trattandosi di un prodotto artificiale, per la sua realizzazione nessun albero è stato abbattuto. Dal punto di vista economico, realizzare un decking in legno composito è vantaggioso, in quanto i costi sono nettamente inferiori rispetto al legno o altri materiali simili.

Legno composito e diverse destinazioni d’uso

Oltre alla realizzazione di pavimenti e rivestimenti per giardini e terrazze, il legno composito si presta ad altri utilizzi sempre per ambienti esterni: percorsi per patii e giardini, portici, rivestimenti di muri perimetrali esterne e facciate di edifici. Il legno composito è molto versatile, e questo lo rende un materiale preferibile rispetto al legno tradizionale. Inoltre è l’ideale per rivestire ambienti esterni particolarmente esposti al freddo, alle gelate e all’umidità.

Prezzi legno composito

In genere il costo del legno composito (detto anche WPC) oscilla tra i 50 e gli 85 euro per metro quadro. Ciò che incide particolarmente sul prezzo finale è il montaggio, che va effettuato con particolare maestria e professionalità, per evitare conseguenze in futuro. Conviene, perciò, chiedere l’intervento di personale specializzato in questo tipo di attività per ottenere risultati migliori. In base alla propria zona di residenza è possibile selezionare le aziende territorialmente più vicine. Per il Nord Italia (Veneto) c’è l’azienda NGWOOD, che realizza pavimentazioni e rivestimenti per esterni con esperienza decennale nel campo del decking. La ditta si avvale di personale altamente qualificato, ed effettua interventi anche al di fuori della Regione Veneto.

Copyright © 2016 - leaderspa.it - Credits