Home » Tempo Libero » Come leggere le tablature per chitarra?

Come leggere le tablature per chitarra?

I chitarristi usano il loro speciale tipo di spartito musicale, chiamato “tablatura per chitarra” o “guitar tab” (in Inglese) con cui è possibile condividere rapidamente e facilmente le informazioni su come suonare una determinata canzone in tutto il mondo, che ha avuto un picco di popolarità grazie a internet.
Nonostante la loro strana grafia, sono testi molto facili da interpretare se vi si presta un po’ di attenzione, anche se non completi come potrebbe essere la partitura scritta da un maestro! Esse infatti fortiscono una buona base di partenza, aiutano a dare un’idea della melodia che poi il chitarrista stesso, solitamente, arricchisce a prescindere dal fatto che siano più dettagliate o meno!
Cerchiamo di capire bene come leggerle per poi riuscire ad eseguire correttamente una canzone.

Come sono scritte le tablature

Leggere le tablature è un po’ come guardare un altro chitarrista che vi suona davanti e che vi sta spiegando in linea di massima posizioni e intermezzi da fare per suonare una composizione in un certo modo.
A differenza di un normale pentagramma, presentano sei linee che rappresentano le sei corde di chitarra disposte dal basso verso l’alto, in questo ordine: E-B-G-D-A-E / Mi – Si – Sol – Re – La – Mi. A volte abbiamo addirittura dei segni grafici che indicano il capotasto, per dare ancora di più l’idea che esse siano delle immagini della chitarra più che un vero e proprio spartito musicale.
Le linee sono spesso tratteggiate perché al loro interno compaiono dei numeri che rappresentano il tasto del manico da schiacchiare. Per quel che concerne la mano sinistra, quando essi sono disposti in linea verticale, abbiamo spesso un accordo o un bicordo, mentre se appaiono singolarmente, sappiamo che dobbiamo suonare una sola nota. Con lo “0” (zero) si indica la corda a vuoto; con una “X” di non suonarne una specifica.
Il modo con cui svolgere un particolare passaggio della canzone è principalmente segnalato sulla parte alta, dove spesso possono comparire dei caratteri speciali a fianco dei numeri stessi, che identificano l’uso di una tecnica particolare. Tra i più comuni abbiamo:- H = Hammer on
– P = Pull off
– B = Bending
– V = Vibrator
– S = Slide

Le tablature sono comodissime per capire bene tutta la notazione, ma non presentano segni di tempo che ci possono aiutare a capire bene la durata di una nota o di un accordo.

Come leggere le tablature e usarle per suonare

Le Tablature hanno note / accordi disposti da destra verso sinistra, e come dicevano precedentemente, non hanno misure di tempo. Di conseguenza bisogna capire bene la lunghezza dei primi ascoltando bene il pezzo in questione, magari suonandoci sopra la chitarra e cercando di cogliere bene passaggi e cambi. Allo stesso tempo si occupano solo della notazione per chitarra, e sono spesso realizzate da appassionati che provano ad intuire la melodia di un pezzo col rischio di non trascriverla bene.
Per questo dovete fare molto lavoro di pratica, studio e correzione per raggiungere una buona resa dal vivo della tablatura stessa. Potrebbe essere una buona idea studiarle online su impararelachitarra, un sito dove è possibile studiare anche tramite video particolarmente dettagliati.
Il primis allenatevi coi primi accordi e le prime battute del pezzo, cercando di fare le giuste posizioni osservando bene i numeri e le corde. Piano piano andate avanti, prestando attenzione a tutti i momenti che costituiscono una canzone. Cercate di capire bene a quante pennate corrisponde una o una serie particolare di note o accordi, guardando i segni e ascoltando il pezzo. Se uno di questi non vi sembra corretto, riferitevi sempre prima all’audio, la fonte primaria, che cercate di riprodurre fedelmente.
Studiandole con dedizione, provando più volte, prenderete maggiore confidenza con questo tipo di notazione, riuscendo delle volte a capire al volo i passaggi senza troppa difficoltà, rifinendo esclusivamente durate e modalità di esecuzione.