Home » Servizi » Netflix o PrimeVideo? Pro e Contro

Netflix o PrimeVideo? Pro e Contro

Netflix

La sfida tra le piattaforme di streaming è aperta, ormai i contendenti stanno diventando molti, ma sicuramente i due player di maggior importanza, soprattutto sul piano mondiale, sono Netflix e PrimeVideo
Le due piattaforme sono molto diverse tra loro e anche se ciascuna ha i propri pregi e i propri difetti stiamo parlando di piattaforme di elevata qualità.
Qualità che possiamo trovare sia nei contenuti, entrambe hanno le proprie esclusive di cui vanno fiere, sia nella qualità tecnica delle piattaforme che offrono un servizio di alto livello.
Ma bando alle ciance, passiamo ad analizzare quali sono rispettivamente i pro e i contro delle due piattaforme.
Per capire quale delle due offra il servizio migliore dobbiamo valutare diversi aspetti, tra questi i principali sono: il costo di abbonamento, l’offerta a catalogo e il funzionamento tecnico della piattaforma.
Solo così potremo capire chi è vincente.

Netflix e PrimeVideo – tutti i pro

Sia Netflix sia PrimeVideo si caratterizzano per essere servizi relativamente economici.
In particolare per economici si intendono in rapporto a due aspetti: il primo è relativo al tipo di offerta che propongono, ovvero un ampio catalogo di serie, film, documentari e cartoni animati, il secondo è in riferimento ad altri servizi, come ad esempio quelli satellitari, che pur offrendo un altrettanto ampio catalogo hanno un costo decisamente più alto.
PrimeVideo ha un costo di 36,00 Euro all’anno, quindi in pratica solamente 3 Euro al mese. Una spesa veramente piccola se teniamo in conto che con il servizio Prime di Amazon sono presenti comunque altri servizi premium.
Netflix ha una tariffazione che dipende dal numero di possibili fruizioni dei contenuti contemporanee: base con 1 visione (e senza qualità HD) a 7,99 Euro/mese, standard con 2 visioni a 11,99 Euro/mese e premium con 4 visioni (e qualità ultraHD) a 15,99 Euro/mese.

Secondo pregio di entrambe le piattaforme è quello di consentire all’utente di interrompere l’abbonamento in modo semplice e senza particolari preoccupazioni. A prima vista si potrebbe dire che Netflix potrebbe prevalere in quanto prevede un canone mensile mentre per PrimeVideo essendo legato all’abbonamento Prime di Amazon ha durata annuale, ma in realtà a patto di pagare il servizio più caro anche PrimeVideo può essere pagato su base mensile.

Terzo fattore positivo per entrambe le piattaforme è la possibilità di fruire dei contenuti, quasi tutti anche se non proprio tutti, con un audio e sottotitoli in diverse lingue e attraverso uno streaming stabile e multi-piattaforma, utilizzabile da pc, smartphone, tablet, smartTv e consolle.

Netflix e PrimeVideo – tutti i contro

Un contro che accomuna entrambe le piattaforme consiste nella variabilità del catalogo, se infatti molti contenuti vengono aggiunti altrettanti vengono rimossi. Per cui, a parte i contenuti più nuovi e più in voga, quando c’è qualcosa che ci interessa conviene vederlo e non tergiversare, non è detto che rinviando riusciremo in futuro ancora a fruirne.
Tra i contro voglio citarne uno specifico per Netflix: l’algoritmo che suggerisce i film che possono piacere in base a quelli che sono già stati visti. A prima vista potrebbe essere un pregio ma paradossalmente invece rappresenta un grosso limite dato che suggerisce continuamente gli stessi film e non invoglia lo spettatore a provare generi diversi.

Chi vince la sfida?

Se guardiamo puramente al costo chiaramente PrimeVideo vince a mani basse, il prezzo è appena una frazione rispetto al concorrente Netflix.
Se invece guardiamo ai contenuti la bilancia pende dall’altra parte, Netflix offre sia come quantità sia come qualità decisamente molto di più.
Per cui in definitiva non c’è un vincitore assoluto, dipende essenzialmente dai propri gusti, specialmente se pensiamo ai tanti contenuti che entrambe le piattaforme offrono in esclusiva.
Io personalmente ho scelto di averle entrambe, un abbonamento standard di Netflix più il costo mensile del PrimeVideo si situa al di sotto dell’abbonamento premium del solo Netflix. Sì, è vero, ho dovuto rinunciare all’UltraHD dell’abbonamento premium ma così mi posso concedere il meglio di entrambe le piattaforme.

Copyright © 2016 - leaderspa.it - Credits