Home » Servizi » Successioni ed eredità: cosa prevede la legge

Successioni ed eredità: cosa prevede la legge

Spesso l’eredità è uno degli argomenti maggiormente complessi da affrontare dato che subentrano diversi aspetti che devono essere analizzati.
In molti casi, gli eredi cercano di fare il possibile per riuscire a ottenere la maggior parte della suddetta e spesso le battaglie legali tendono a essere abbastanza lunghe e complesse.

Occorre quindi fare chiarezza affinché, nel caso in cui vi sia un’eredità che deve essere consegnata, questa possa essere correttamente suddivisa o comunque si seguano le diverse leggi che riguardano la suddetta.

Non tutti i parenti, infatti, hanno diritto all’eredita, come molte persone suppongono in modo errato, visto che vi sono dei casi specifici e soprattutto un ordine di successione che deve essere necessariamente rispettato affinché sia possibile evitare di creare ulteriore confusione, dettaglio che non deve essere sottovalutato e che permette di prevenire una serie di situazioni che peggiorano col passare del tempo e divengono insostenibili da affrontare.

Quando si parla di eredità occorre effettuare una distinzione sulle normative che devono essere seguite.

Generalmente le situazioni che si palesano sono due, una maggiormente semplice e una che necessita di essere attentamente analizzata affinché sia appunto possibile evitare di dover fronteggiare problematiche che peggiorano col passare del tempo.
Le situazioni sono: 

  • quella dove è presente un testamento;
  • quella dove, invece, la persona che passa a miglior vita non ha lasciato alcun documento scritto relativo all’eredità stessa.

Nel primo caso si devono seguire le volontà della persona che ha perso la vita, visto che queste rappresentano il suo ultimo desiderio e quello che avrebbe voluto accadesse in caso di trapasso.

Qualora non vi sia un testamento, l’eredità deve essere suddivisa tra gli eredi legittimi ovvero: 

  • coniuge in primo luogo;
  • figli;
  • genitori e fratelli consideranti ascendenti;
  • parenti entro il sesto grado in ordine di linearità nell’albero genealogico.

Se invece non vi sono eredi, l’eredità entra in possesso dello Stato.

L’eredità rappresenta un elemento molto importante che deve essere oggetto di un’attenta analisi affinché sia possibile prevenire una serie di imprecisioni che potrebbero creare non poche situazioni di contrasto tra parenti ed eredi.

Sarà quindi necessario fare affidamento a uno studio legale che permette di evitare che le leggi non vengano correttamente rispettate evitando, inoltre, che si possano palesare particolari tensioni.

Tra i riferimenti sul web, il sito Consulenza Legale Italia, si occupa appunto di effettuare la lettura del testamento, della consulenza nella stesura dello stesso e di tutte le incombenze legali collegate alle successioni ed eredità.

Pertanto, procedendo in questo modo, sarà possibile evitare situazioni famigliari che distruggono completamente il rapporto tra parenti.

Copyright © 2016 - leaderspa.it - Credits